Un giorno di straordinaria follia

Ieri il blog “Greenreport” e il sito Arezzo Notizie hanno diffuso la notizia che “Italia Nostra dice si all’eolico a Poggio Tre Vescovi, tra Toscana ed Emilia Romagna”.

La notizia ha creato un notevole sconcerto in tutte le persone che conoscono la costante battaglia di Italia Nostra Nazionale e Italia Nostra Toscana contro gli effetti devastanti dell’eolico industriale. La lettura del testo sconclusionato, ai limiti dell’assurdo, diffuso dalla sezione di Sestino ha rovinato la giornata a tantissime persone amanti dell’ambiente e della natura.

Per tale ragione accogliamo con gioia la smentita ufficiale sottoscritta dalla Presidente di Italia Nostra Nazionale Alessandra Mottola Molfino, che pubblichiamo oltre. Diamo atto a Mariarita Signorini (membro della Giunta e del gruppo di lavoro energia del Consiglio nazionale d’Italia Nostra) di avere svolto un lavoro difficile e faticosissimo di chiarificazione interna in meno di 24 ore.
Che la chiarificazione continui.
Auspichiamo che i vertici della sezione locale di Sestino, con uno scatto di dignità, rassegnino immediatamente le dimissioni da ogni incarico direttivo.
Ci auguriamo che il Direttivo Toscano di Italia Nostra prenda subito una posizione inequivocabile su questa vicenda che ha rischiato di offuscare  non poco la credibilità e la coerenza di Italia Nostra.

Ecco il testo ufficiale della smentita

 Firenze 9-08-2011

A nome dell’associazione nazionale Italia Nostra  intendo smentire l’art. uscito pubblicato oggi su Greenreport e Arezzonotizie a proposito dell’avallo che Italia Nostra avrebbe dato all’impianto di Poggio Tre Vescovi Comune di Badia Tedalda.

Si allegano le controdeduzioni  al progetto di GEO Italia finalizzato alla realizzazione di un Parco Eolico costituito da n.36 aerogeneratori alti circa 180 m  lungo la fascia del crinale appenninico che va dal Poggio Tre Vescovi (mt 1127 slm) a Monte Loggio (mt 1179 slm), interessante i comuni di Casteldelci, Verghereto e Badia Tedalda, le province di Arezzo, Rimini e Forlì-Cesena, le regioni Toscana ed Emilia-Romagna.

Le controdeduzioni sono state presentate all’ufficio VIA di Firenze e regolarmente protocollate in data 8 luglio 2011.

E  sono state presentate oltre che dal livello nazionale dell’associazione, anche da Italia Nostra regionale Emilia Romagna, congiuntamente a WWF Emilia-Romagna e WWF Toscana, (a nome e per conto anche delle rappresentanze territorialmente competenti, WWF Cesena, WWF Rimini, WWF Forlì, WWF Arezzo).

Si richiede pertanto la smentita del comunicato da voi pubblicato sul vostro sito  e la pubblicazione di rettifica circostanziata della notizia data, riservandosi di agire nelle sedi compenti a tutela del nome dell’Associazione

S’informa inoltre che a proposito dell’impianto eolico ci potrebbero gravi irregolarità nell’iter amministrativo che Italia Nostra ha già segnalato alla magistratura competente.

Alessandra Mottola Molfino
Presidente nazionale d’Italia Nostra

 

Annunci

3 thoughts on “Un giorno di straordinaria follia

  1. Con i soldi dei petroldollari e la spinta dei nuclearisti gli ayatollah di ITALIA NOSTRA NAZIONALE fanno un danno di portata epocale alle popolazioni Italiane ed ai paesaggi che lasciati in mano alla desertificazione non potranno che essere travolti dai dissesti idrogeologici.
    I super-ricchi dirigenti di I:N. ben farebbero a pensare come rimediare i soldi per tutelare i beni culturali italiani, non bloccare le fonti di finanziamento più floride da destinare al mantenimento dei paesaggi e delle opere d’arte!!

    Con la loro maniacale opposizione a tutto ciò che è innovazione, abbattimento di anidride carbonica, energie alternative, azionariato diffuso, di cui non sanno nulla (…CAPRE…CAPRE…CAPRE… ) bisognerebbe fargli pagare in solido i danni che provocano allo stato italiano, al paesaggio e all’economia della gente che lavora tutti i giorni nelle zone più disagiate, emarginate ed abbandonate che sono le nostre montagne ed i nostri crinali!!
    Vergognatevi!!

  2. Gabriele Cevasco ci chiede di dare diffusione alla sua replica.
    Nessun problema. Chi fosse interessato alla lettura di tale scritto può leggerlo qui: http://www.greenreport.it/_new/index.php?page=default&id=11839&cat=Energia&sez=&mod=greentoscana.
    Per il resto, come amanti della natura e dell’ambiente e iscritti di Italia Nostra (alcuni di noi lo sono) continueremo a fare tutto il possibile affinché un’area di infinita bellezza come quella di Poggio Tre Vescovi non cada preda della devastazione eolica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...