Comunicato stampa: NO al condono sulle rinnovabili, SI alla moratoria su eolico e fotovoltaico industriali

SI, alla proposta di moratoria di Confindustria per gli impianti rinnovabili industriali.

NO, a qualsiasi ipotesi di condonoin materia di impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili.

Si alla moratoria richiesta dal Tavolo della Domanda di Confindustria: il sistema attuale di iper-incentivazione garantisce rendite ingiustificate che nulla hanno a che vedere con competitività e sviluppo.

Nessun condono per gli impianti industriali di eolico e fotovoltaico viziati da illegalità. Non deve essere ammesso nessun tipo di condono, anzi, siano smantellati, i siti bonificati e la natura ripristinata!

Sosteniamo convintamente la proposta di moratoria di Confindustria.
È necessaria un’immediata moratoria nella costruzione di grandi impianti fotovoltaici ed eolici industriali.
L’attuale sistema di iper-incentivazione non promuove efficienza e sviluppo ma solo eccessive ed ingiustificate rendite che nulla hanno a che vedere con una sana e ordinata crescita economica ed industriale. Invece si alimentano connivenze o sudditanze che sono sotto gli occhi di tutti.
È altresì molto grave che il vigente sistema di incentivazione consenta e spinga i portatori di interessi puramente speculativi a devastare e distruggere l’ambiente, i territori, la natura e i paesaggi che tanta importanza hanno per un settore chiave dell’economia Italiana come il turismo.

Ci opponiamo con forza alla ventilata proposta di approvare un “Condono in materia di impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili”.
Al contrario chiediamo che si estendano a tappeto i controlli su tutti i progetti di eolico e fotovoltaico industriali, volti cioè alla vendita dell’energia prodotta e non per mero autoconsumo, realizzati nei campi, o in mare, o ancora in cantiere, o solo ancora in iter autorizzativo, e si rivedano anche quegli impianti, alcuni anche di parecchi ettari, su cui la fallace giustizia amministrativa, a livello di TAR o di Consiglio di Stato, con sconcertanti sentenze, ha posto un velo di fuorviante legittimità, basata sulla correttezza di procedimenti amministrativi, redatti per altro spesso da un sistema amministrativo locale forse corrotto o comunque compiacente e/o superficiale, e pertanto apparentemente in regola, ma solo sulla carta, nel chiuso degli uffici, ma non nella realtà; un velo sui veri reati penali e contro il paesaggio e l’ambiente, e non solo, perpetrati invece sin ad oggi impunemente!

Chiediamo ora con massima urgenza gli smantellamenti di tutti gli impianti fotovoltaici ed eolici illegali sequestrati!

SOLO L’IDEA DI UN VOLGARE CONDONO ci indignerebbe come cittadini di uno Stato che voglia ancora dirsi uno STATO di DIRITTO !!!

16 ottobre 2011

Comitato Nazionale contro Fotovoltaico ed Eolico nelle Aree Verdi
ALTURA
CNP – Comitato Nazionale del Paesaggio – Sezione del Molise
– Coordinamento Civico per la Tutela del Territorio e della Salute del Cittadino con sede a Maglie – apartitico organismo di coordinamento di comitati e associazioni culturali ed ambientaliste del Salento

– Forum Ambiente e Salute del Grande Salento (province di Lecce, Brindisi e Taranto)
– Italia Nostra Crotone
Italia Nostra Firenze
– Italia Nostra Grosseto
– Italia Nostra Valdichiana
talia Nostra Siena
LIPU Abruzzo
– LIPU Puglia
– Rete della Resistenza sui Crinali
– Rete di Salvaguardia del Territorio
– Società Internazionale di Biourbanistica

Annunci

9 thoughts on “Comunicato stampa: NO al condono sulle rinnovabili, SI alla moratoria su eolico e fotovoltaico industriali

  1. Mi può solo trovare d’accordo, già che in Toscana e a precisare Collemontanino,Casciana Terme e intorni vogliono avviare i lavori, con la solita multinazionale svedese che sappiamo bene, i pochi che si informano sanno che è già stata dichiara in bancarotta e prossegue indisturbata per le nostre colline Pisane e forse altrove. Come ho sempre precisato, sono a favore delle rinnovabili a patto di farle in maniera intelligente e legale (su i tetti e giardini personali ). Questo metodo industriale serve solo e unicamente a chi vuole arrichirsi sul nostro territorio e senza rispeto dei cittadini .

  2. Bravi…viva il petrolio, il gas e il carbone!!!! Grazie ai petrolieri che producono energia per il bene di tutti e per beneficienza, santi subito!!! E Grazie alle loro centrali che NON DEVASTANO L’AMBIENTE E IL TERRITORIO. Grazie a questa giovane generazione di petrolieri proiettata sul futuro!!! Grazie di esistere…..

    • Purtroppo, questo articolo tralascia di considerare che, ad esempio, se il monte dei Premi assicurativi pagati per incidenti stradali, aumenti il PIL, se sia il caso o meno di continuare a far più incidenti stradali!? In pratica, nessun accenno a quali irreparabili costi ambientali e paesaggistici, si accrescano dei posti di lavoro in un dato settore e tampoco se la cosa comporti diminuzione effettiva o potenziale in altri; come ad esempio l’agricoltura e il turismo soprattutto, nel medio e lungo termine, vista l’istallazione in aree agricole e verdi, se non addirittura già vincolate.

      Quei benefici spesso dimenticati del fotovoltaico nazionale | QualEnergia.it

  3. Il famoso eolico nelle aree urbane invece lo volete vero?
    e il fotovoltaico all’ombra?
    come dice berlusconi per Grillo siete i migliori alleati di chi ama l’unica energia rinnovabile veramente pulita: il nucleare
    Oppure il gassssss che passa nei tubi che non si vedono?
    O il carbone…..che sporchicchia un pò?

    Ah le organizzazioni agricole che lottano contro pale e pannelli finalmente amano il biogas, volevo solo informarvi che per fare un MW di biogas occorrono 300 ha coltivati e un impianto che ne occupa 6 tra silos , capannoni e stoccaggi. Per Un mw di eolico ci vuole una pala e per uno di fotovoltaico due ha.

      • Noto e lego risposte troppo spesso come le cui sopra (Fabio e Fausto) fuori dai schemi e credo che la lettura accurata di ciò che si parla manchi deffinitivamente. Fondamentalmente si parla di smetterla di prendere in città o in campagna x i fondelli i cittadini riguardando le rinnovabili industriali. Nessuno è a favore del nucleare o carbone o qualsiasi forma di tipo industriale. http://www.viadalvento.org/ (molto completo a livello nazionale e internazionale)

    • Ciao Fabio Roggiolani! Sei venuto a trovarci? Sempre della tua idea, eh? Non ti abbiamo convinto ieri, vero? Oggi ho ascoltato qualche tuo intervento su You Tube. Dici parole giuste sul mercato, le merci, ecc…Dobbiamo prendere un caffè insieme e parlare. Ti dirò che non mi piace nè Grillo, nè Berlusconi, che ho sempre votato per il centrosinistra, che ho sostenuto i referendum, che sostengo le rinnovabili, che non sostengo alcuna lobbies “rinnovabile” o “nucleare” che sia (anzi, hai notato che spesso gli stessi imprenditori fanno sia l’uno che l’altro?). Il mini eolico può essere interessante (nelle campagne della Romagna lo usano e non sono fastidiosi da vedere) e il fotovoltaico sui tetti lo vogliamo eccome!!! Se poi, qualche albero fa ombra a un pannello, non vado a tagliarlo, per carità. Secondo me è un’operazione antiecologica. Sono un ambientalista, come te. Sai che c’è un comune della Romagna che ha montato i pannelli sul tetto di un edifico pubblico (bella iniziativa!), ma per evitare “disturbo” sui pannelli ha tagliato i vecchi alberi che facevano ombra all’edificio? Pazzesco, non trovi? Poi ho letto la tua scheda da consigliere regionale della Toscana (sei tu, vero?). Cavolo, citi Capitini e don Milani, cultori di tolleranza, non violenza, dialogo. Sono figure meravigliose. Sai che durante un incarico amministrativo nel mio comune, ho proposto di dedicare una via a Capitini?
      Insomma, come vedi abbiamo molti punti in comune, non trovi? Non scherzo quando dico che verrei volentieri dalle tue parti a prendere un caffè. Mi pare che vivi nella provincia di Arezzo? I paesaggi di Piero della Francesca, i boschi del Casentino, le terre di san Francesco. L’Alpe della Luna…Manteneteli intatti quei paesaggi. Sono un bene comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...