BRUCIA CENTRALINA DI IMPIANTO INDUSTRIALE FOTOVOLTAICO A RIDOSSO DI ABITAZIONE AD ACQUAPENDENTE (VT)

In fiamme la centralina di un impianto fotovoltaico nel comune di Acquapendente (VT) nei pressi della strada Valle Maggiore, 27 maggio 2012

Il rischio di un esteso incendio è stato sventato questa mattina ad Acquapendente (VT) grazie al pronto intervento dei Vigili del Fuoco. È infatti andata in fiamme la centralina  di un impianto industriale fotovoltaico posto a ridosso di una abitazione, nei pressi della Strada Valle Maggiore.
I vicini, che abitano nella casa confinate con l’impianto, sconvolti per il timore di veder dilagare le fiamme, hanno immediatamente avvisato i Vigili del Fuoco che prontamente sono intervenuti insieme ad una pattuglia dei Carabinieri.

La famiglia che abita nelle immediate vicinaze dell’impianto industriale fotovoltaico ha sempre temuto e purtroppo già subito diversi danni.

  • Abbagliamento diurno, al tramonto e con la luna anche notturno, in quanto i pannelli sono girevoli e rifettono la luce.
  • Pericolo di incendi – avveratosi oggi. Già in varie parti d’Italia gli incendi hanno distrutto interi impianti; si immagini il timore il timore e la paura di chi è costretto a vivere ad appena 15 mt. da un impianto  confinante col giardino della propria casa.
  • Fulmini. Questi impianti possono attrarre i fulmini a causa delle numerose staffe di ferro e fughe di cariche elettriche.
  • Surriscaldamento dell’area su cui è localizzato l’impianto – almeno 5° in più. Ciò causa danni all’ecosistema circostante e influisce su persone, animali e piante.
  • Timore di esposizione prolungata all’inquinamento elettromagnetico. Sebbene i valori possano anche essere al di sotto della soglia minima prevista per legge, i timori non sono completamente fugati a causa della forte vicinanza dell’abitazione all’impianto e al prolungato tempo di esposizione ai campi magnetici delle persone (che sono recettori sensibili) che vi abitano: 20 anni (la durata minima prevista per quest’impianto industriale).
  • Rumore persistente causato dalla cabina contenete l’inverter situata nelle immediate vicinaze dell’abitazione.

“Siamo abbandonati a noi stessi”, affermano i componenti della famiglia, “questo impianto ha cambiato la nostra vita, non viviamo più tranquilli nella nostra unica abitazione, frutto del lavoro di una vita e anche a costo di molti sacrifici. Ci siamo opposti dall’inizio, prima che avviassero i lavori, ma pur riconoscendo che non era il luogo adatto per installare impianti simili, nessuno ha fatto nulla per fermarli. Chiediamo giustizia, che sia smantellato, che ci sia ridata la nostra vita”.

Si spera che questo appello serva a smuovere le coscienze di amministratori locali, provinciali, regionali e del Governo stesso. I pannelli devono essere installati solo sui tetti per autoconsumo a beneficio dei cittadini.

Ridiamo all’Italia i suoi paesaggi naturali ora deturpati da questi eco-mostri i cui i benefici e l’utilità sono molto discutibili.

Annunci

2 thoughts on “BRUCIA CENTRALINA DI IMPIANTO INDUSTRIALE FOTOVOLTAICO A RIDOSSO DI ABITAZIONE AD ACQUAPENDENTE (VT)

  1. Ciao mi chiamo Marco e curo un blog sul tema energia. La mia posizione sulle fonti rinnovabili è scettica per alcune senza però essere contrario a priori. Credo che l’ideale sarebbe che lo stato valutasse meglio come distribuire gli investimenti sulle rinnovabili valutando davvero quelle che possono (o potrebbero) funzionare in futuro senza incentivi statali e senza gli effetti collaterale che voi segnalate, lasciando perdere le altre. Mi sono occupato di questo argomento proprio oggi con un post che, se vi va, potete leggere a questo link http://energiaitaliana.info/2012/07/01/energia-eolica-una-fonte-da-prendere-al-volo/. E’ un articolo a proposito di un modo di sfruttare l’eolico che potrebbe essere (se i test ne dimostreranno la funzionalità) per la prima volta veramente conveniente. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...